Dal sacro all’ heavy metal

Tra passato e presente! Un viaggio tra l’antico e il moderno, tra stili, luoghi ed epoche differenti: sarà questa l’atmosfera del prossimo concerto dell’Accademia Corale Stefano Tempia. La serata porta il titolo “Da Ockeghem ai Metallica” proprio perché loro sono gli artisti che aprono e chiudono il concerto. La serata è affidata all’Achrome Ensemble diretta Marcello Parolini.

Ecco il programma:

Johannes Ockeghem (1410-1497) / Harrison Birtwistle (1934)

Ut Heremita Solus per flauto, clarinetto, viola, violoncello,  pianoforte, percussioni

 

Bruno Maderna  (1920-1973)

Serenata per un satellite per 6 strumenti (organico aleatorio)

 

Guillaime De Machaut (1300-1377)

Ma fin est mon commencement et mon commencement est ma fin per 3 strumenti

 

Richard Wright – Pink Floyd – (1943-2008)

The Great Gig in the Sky  per 6 strumenti

 

Girolamo Frescobaldi (1583-1643)

Canzon Vigesimaprima a 5 per 5 strumenti

 

Niccolò Castiglioni (1932-1996)

Tropi per flauto, clarinetto, violino, violoncello, pianoforte e percussioni

 

Gilberto Bosco (1946)

VI Improvviso per clarinetto, viola, violoncello e pianoforte – Prima esecuzione a Torino

 

Giovanni Gabrieli (1557-1612)

Canzona IV a 6 per 6 strumenti

 

Metallica (1981)

Fade to Black per 5 strumenti




Accademia Corale Stefano Tempia

Via Corte d’Appello 22 - Torino - 10122
tel. 0114310129 - Cookie

Biglietteria e informazioni

dal lunedì al venerdì 9.30 - 13.30
tel. 0114310129
email: biglietteria@stefanotempia.it