Prossimo concerto

27 maggio 2017

CELLO STELLATO

immagine del coro

Accademia

Fondata nel 1875, L’Accademia Corale Stefano Tempia è la prima associazione musicale del Piemonte e L’Accademia corale più antica d’Italia.

Riferimento storico per l’educazione alla musica e la divulgazione del repertorio a cappella e sinfonico corale, l’Accademia si distingue fin dalle origini per le frequenti  collaborazioni con prestigiosi direttori come Giovanni Bolzoni, Giuseppe Martucci, Lorenzo Perosi,  Arturo Toscanini, e la realizzazione di grandi eventi culturali tra cui la prima esecuzione in Italia del Judas Maccabeus di Haendel (1 marzo 1885) e la prima esecuzione a Torino della Nona Sinfonia di Beethoven (18 marzo 1888).

L’Accademia da sempre privilegia la tendenza ad affrontare interpretazioni integrali di composizioni di grande respiro, dal Requiem di Cherubini alla Messa di Gloria di Giacomo Puccini, dalle Sinfonie di Mozart ai Poemi sinfonici dei grandi Romantici.

Oggi Associazione riconosciuta a livello nazionale, la Stefano Tempia continua a prefiggersi gli obiettivi di educare alla conoscenza del canto corale e all’amore per la musica classica e conferma la sua vocazione ad esplorare il repertorio meno battuto, proponendo brani ed opere poco noti o meno eseguiti, anche di grandi autori.




News

Premio Abbiati 2017

L’Associazione Nazionale dei Critici Musicali ha assegnato il premio quale miglior “iniziativa musicale” del 2016, in ambito nazionale, al Festival Alfredo Casella a cui diverse associazioni musicali della Città di Torino hanno partecipato tra cui l’Accademia Corale Stefano Tempia.

12 maggio 2017

Concerto dei vincitori del Concorso Nazionale “Lago Maggiore”

Dopo l’ondata di Barocco che ha caratterizzato il mese di aprile con il Festival Vivaldi, l’Accademia Corale Stefano Tempia riapre la rassegna cori con il concerto “Vivavoce” che vedrà protagonisti i vincitori del Concorso Nazionale “Lago Maggiore”: il Coro Vox Viva, vincitore nella categoria “voci miste”, diretto da Dario Piumatti e l’Ensemble Vocale Mousikè, nella categoria “ensemble vocali”, specializzato nella polifonia rinascimentale e contemporanea che spazia tra epoche e stili differenti, diretto da Luca Scaccabarozzi.

Il canto corale combina epoche, stili, tematiche e categorie differenti e tutto questo lo rende perfettamente variegato: sono questi gli elementi che caratterizzano questo concerto. In una prima parte, in cui i rispettivi cori si esibiranno separatamente, verrà infatti trattato il dualismo tra l’amor sacro e profano mettendo a confronto le polifonie differenti: verranno eseguiti brani come Ubi caritas, Ave Maria, Salve Regina, O Jesu dolce, O crux, Adoramus Te, Christe, che, attraverso i testi sacri canonici, mirano a celebrare e lodare la Gloria di Dio, ma anche un repertorio profano rende giustizia all’esaltazione dei sentimenti umani come l’amore verso la propria amata. Autori come Bruno Bettinelli, Luca Marenzio, Leone Sinigaglia, Eric Whitacre, Javier Busto si faranno fautori del mero aspetto sentimentale.

La seconda parte della serata prevede invece una performance a cori uniti con l’esecuzione di Abendlied di Joseph Rheinberger e, a pochi giorni dalla Pasqua, O sacrum convivium di Luca Molfino il cui tema è il sacrificio d’amore compiuto da Gesù Cristo.

Un concerto dalle diverse sfumature stilistiche i cui protagonisti con la loro maestosità vocale, resa tale anche grazie alla formazione dei loro maestri, sapranno dar voce ai sentimenti più intimi e nobili dell’animo umano.

Appuntamento a martedì 9 maggio ore 21 presso il Tempio Valdese di Torino in Corso Vittorio Emanuele II, 23.

26 aprile 2017

Juditha in Trionfo, prossimo concerto della Stefano Tempia

 

Torino in trionfo! La capitale barocca rende omaggio a quello che forse è il compositore del Settecento italiano più famoso ma in realtà ancora da esplorare in molte parti del suo immenso repertorio. Antonio Vivaldi sarà, infatti, il protagonista indiscusso del mondo musicale torinese del prossimo mese. Dal 5 al 23 aprile, nell’ambito del Festival Vivaldi organizzato dalla Città di Torino e dal Teatro Regio, sarà possibile tuffarsi nelle meraviglie di un catalogo ancora oggi messo in ombra dalla celebrità delle Quattro Stagioni.

Un evento che prevede quindici concerti, proiezioni cinematografiche, mostre e incontri per un totale di trenta eventi, realizzati con la partecipazione di tutte le più importanti istituzioni culturali torinesi.

 

All’interno di questa manifestazione l’Accademia Stefano Tempia propone un brano vivaldiano molto importante, ma appunto non conosciuto come meriterebbe: l’oratorio Juditha Triumphans composto dal Prete Rosso nel 1716 su libretto in latino di Jacopo Cassetti. É il solo oratorio superstite fra i tre scritti da Vivaldi e la partitura è conservata nella Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino, che esporrà alcuni preziosi manoscritti delle collezioni Foà e Giordano in occasione del Festival fino al 15 luglio. La “Juditha” si può considerare  un amalgama perfetto tra sacro e profano. Questo accostamento è indicato, infatti, anche sul frontespizio originale con la dicitura “Sacrum militare oratorium”. L’aspetto religioso sta nel fatto che Vivaldi si è ispirato alla Bibbia: la trama arriva direttamente dal Libro di Giuditta. Il profano, invece, è riconducibile al contesto in cui venne scritta ed eseguita la Juditha ovvero durante la Guerra tra Venezia e i Tuchi per il dominio dell’isola di Corfù. La prima esecuzione avvenne proprio nel novembre del 1716 per celebrare la vittoria della Repubblica di Venezia sugli Ottomani.

 

La partitura, molto lunga e intensa, non verrà proposta integralmente ma sarà eseguita una selezione di brani in cui emerge la bellezza, la profondità e la tensione emotiva tipica di Vivaldi. Sarà sorprendente la ricchezza strumentale resa dall’Orchestra barocca dei “Musici di Santa Pelagia” e da “Le Viole sabaude” dirette da Ruben Jais e la destrezza della vocalità del Coro dell’Accademia Stefano Tempia istruito dal maestro Dario Tabbia. La parte solistica, interamente composta da voci femminili, è prevalente e conferisce un maggior virtuosismo all’oratorio. È affidata ai contralti Benedetta Mazzucato (Juditha), Elena Carzaniga (Holofernes, Abra, Ozias) e al mezzosoprano Rossella Giacchero (Vagaus).

 

Non perdete questo appuntamento con Anteprima aperta al pubblico mercoledì 19 aprile ore 21 al Tempio Valdese di Torino in Corso Vittorio Emanuele II, 23 e Concerto giovedì 20 aprile ore 21 presso il Conservatorio “G.Verdi” di Torino in Piazza Bodoni.

Nell’ambito del Festival “Antonio Vivaldi”

 In collaborazione con il Conservatorio “G.Verdi “ di Torino

 

Qui il programma completo

8 marzo 2017

“Giovani Talenti” – Domenica 5 marzo ore 16

Largo ai giovani! Il prossimo appuntamento dell’Accademia Stefano Tempia è inserito nel percorso “Giovani Talenti”, già presente da diversi anni, che offre la possibilità a musicisti emergenti di esibirsi per farsi vetrina sul mondo musicale.

Il concerto vedrà, appunto, come protagonista il Trio Casella, formatosi nel 2011 e composto dalla pianista Giorgia Delorenzi, dal violinista Giuseppe Locatto e dal violoncellista Amedeo Fenoglio, tutti diplomati al Conservatorio “G.Verdi” di Torino. Il Trio svolge regolare attività concertistica e la sua formazione gli ha permesso di partecipare a diversi concorsi europei e nazionali permettendogli di conseguire la vittoria e aggiudicarsi premi.

L’ensemble cameristico eseguirà delle pagine importanti di due mecenati del classicismo romantico viennese. Il primo brano infatti sarà il Trio op. 1 n. 3 in Do minore di Ludwig van Beethoven, brano articolato in quattro movimenti : Allegro, Andante, Minuetto e Prestissimo. A tal proposito, tra i numerosi aneddoti sul rapporto tra Haydn e Beethoven, all’epoca suo maestro, vi è quello relativo alla prima esecuzione dei tre Trii op. 1. Si racconta che tra i presenti ci fosse Haydn stesso, il quale al termine ebbe parole dì elogio per i primi due, mentre nei confronti del Trio n. 3 in Do minore, ovvero il più intenso e il più geniale, espresse parecchie riserve, tanto da sconsigliare allo stesso Beethoven la pubblicazione.

Il secondo pezzo sarà invece il Trio in Mi bem. magg. op. 100 D.929 del compositore Franz Schubert, presentato al pubblico nel 1827 che, ottenendo un grande successo, è stato riproposto a Vienna qualche mese dopo durante un’accademia incentrata sulla produzione schubertiana. Come nell’opera di Beethoven, anche questa composizione si articola in quattro movimenti coesi tra loro che conferiscono drammaticità ed energia.

Vi aspettiamo, quindi,  domenica 5 marzo alle ore 16 alla Pinacoteca Albertina in via Accademia Albertina 8.

Biglietti. Intero e ridotto 10 euro, giovani 5 euro   

 INFO BIGLIETTERIA: Per ogni informazione e per l’acquisto dei biglietti è possibile rivolgersi (dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 13.30) all’Accademia Corale Stefano Tempia in via Giolitti 21/A 10123 Torino, Tel. 011 5539358 Fax 011 5539330, e-mail biglietteria@stefanotempia.it. I biglietti sono acquistabili anche on-line. È possibile acquistare il biglietto direttamente alla biglietteria del Teatro Vittoria a partire dalle 20.30.

 INFO STAMPA: Paola Sireci, Ufficio stampa Accademia Corale Stefano Tempia, Via Giolitti 21/A – 10123 Torino Tel. 0115539358 – 3347388471 ufficiostampa@stefanotempia.it, www.stefanotempia.it.

16 febbraio 2017

Variazione concerto dell’11 marzo 2016 dell’Accademia Stefano Tempia

 L’Accademia Corale Stefano Tempia comunica che a causa dell’indisponibilità di uno dei membri del gruppo, il concerto “Giovani Talenti” del Trio Casella, previsto in origine per sabato 11 marzo, viene anticipato a domenica 5 marzo  sempre alle 16 e sempre nel Salone d’onore dell’Accademia Albertina, in Via Accademia Albertina 8.

Invariato anche il programma con  il Trio op. 1 n. 3 in Do minore di Ludwig van Beethoven e il Trio op. 100 in Mi Bem. maggiore di Franz Schubert.

 

I biglietti già acquistati valgono ovviamente anche nella nuova data.

 

 Il Direttore Artistico                                                                                    Il Presidente

Guido Maria Guida                                                                                  Orlando Perera

 

 Torino, 24 gennaio 2017

24 gennaio 2017

Biglietteria e informazioni

Tutte le informazioni di biglietteria

Premio Stefano Tempia 2016

Informazioni e modulo di iscrizione.

Unisciti al coro

Le informazioni per entrare a fare parte del coro dell'Accademia.

Il 5 per mille dell'Irpef per la musica

Quest'anno scegli l'Accademia Corale Stefano Tempia Onlus. Codice fiscale: 80087940013

La Compagnia di San Paolo
sostiene la Stefano Tempia

La Stagione 2016-2017 dell'Accademia è stata realizzata con il sostegno della Compagnia di San Paolo nell’ambito della Scadenza Unica 2016 Performing Arts.
Clicca qui per conoscere il cartellone di tutte le iniziative selezionate dal bando.



Accademia Corale Stefano Tempia

via Giolitti 21/a - Torino - 10123
tel. 0115539358 - Fax 0115539330 - Cookie

Biglietteria e informazioni

dal lunedì al venerdì 9.30 - 13.30
tel. 011.5539358 - Fax 011.5539330
email: biglietteria@stefanotempia.it